MEGAHERTZ
Kraftwerk remixed live set

 

Al Quirinetta il Synt Day che avrà il suo apice con il Live di Daniele Dupuis

Nella musica popolare del Novecento sono stati quasi sempre gli americani o gli inglesi a tracciare le nuove tendenze, dal jazz al soul, passando per il blues e l’hip hop. L’unica eccezione è rappresentata dalla musica elettronica, della quale gli indiscussi padrini sono i tedeschi. Impossibile infatti immaginare, la dance e la techno, la new wave e l’hip hop, l’inflazionatissimo electro-pop che ascoltiamo oggi senza l’apporto dei brani fondamentali dei Kraftwerk.

«Cè la concezione che la musica elettronica sia alla portata di tutti, ma non è così. Non basta avere un computer per saper fare musica elettronica che abbia un valore»

Tra laser e fumo, tra visual, drum machine e sintetizzatori, una full immersion nell’onirica atmosfera della musica elettronica degli anni Ottanta. Protagonista Daniele Dupuis che suona il basso, canta, scrive testi e musiche con i “Versus”, vanta storiche collaborazioni da Max Gazzè a Morgan, da Max Pezzali a Christiano de Andrè fino a Claudio Coccoluto, il polistrumentista padovano trova in Megahertz il suo alter ego con cui esplora e contamina altri territori. «Potrei definire Megahertz un operaio della musica. Megahertz non vuole essere protagonista, la musica deve essere l’unica protagonista. Per fare musica ci vuole molta disciplina. Io studio, ricerco, elaboro. Il concerto è il momento in cui porto fuori quello che faccio in studio, come se andassi a trovare degli amici. Quello che esce sono io».

Ma ancor prima del concerto di questo profondo indagatore del rapporto uomo/macchina, il sabato del Quirinetta sarà una giornata davvero speciale, che tutti gli appassionati di musica elettronica non potranno certo perdere.

Il Synt Day parte infatti alle 15:30 con l’apertura dell’expo, mentre dalle 16:00 alle 19:00 si svolgerà il seminario di Enrico Cosimi, un intero pomeriggio per provare, creare suoni e sperimentare con dispositivi unici e potenti come il nuovissimo Novation Peak, Arturia MatrixBrute e DrumBrute, il Moog Subsequent 37 CV e il Touché della Expressive.

Il seminario è gratuito e rappresenta una ghiotta e unica per scoprire il mondo della sintesi analogica con uno dei massimi esperti nazionali. Il Megahertz Live sarà preceduto dall’aperitivo e Headkube live dalle 19:00 fino alle 22:00 quando andrà in scena il Tau Ceti live.

«Cè la concezione che la musica elettronica sia alla portata di tutti, ma non è così. Non basta avere un computer per saper fare musica elettronica che abbia un valore»

Nella musica popolare del Novecento sono stati quasi sempre gli americani o gli inglesi a tracciare le nuove tendenze, dal jazz al soul, passando per il blues e l’hip hop. L’unica eccezione è rappresentata dalla musica elettronica, della quale gli indiscussi padrini sono i tedeschi. Impossibile immaginare la dance e la techno, la new wave e l’hip hop, l’inflazionatissimo electro-pop che ascoltiamo oggi senza l’apporto dei brani fondamentali dei Kraftwerk.

SABATO 13 GENNAIO 2018
MEGAHERZ play KRAFTWERK
QUIRINETTA –  Via Marco Minghetti 5
Orario: Live dalle ore 23:00 – il botteghino apre alle ore 20:30
Biglietto: euro 10,00

Programma SYNTH DAY
Ore 15:30 Apertura Expo
Ore 16:00 Workshop Synth Day by Enrico Cosimi
Ore 19:00 Headkube live
Ore 19:00 Aperitivo
Ore 22:00 Tau Ceti live
Ore 23:00 Megahertz plays Kraftwerk

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.