Che cosa succede al cinema durante la pandemia?

I cinema sono chiusi, le troupe sono al lavoro. Si stanno producendo molti film e nessuno sa, al momento, se e quando e dove li si potrà vedere. C’è grande confusione sotto il cielo, ma chissà se il momento è propizio?

Cosa sta davvero succedendo al cinema ai tempi del Covid-19? Tenta di rispondere “Bianco e Nero”, la rivista del Centro Sperimentale di Cinematografia nel nuovo numero dai in libreria dai primissimi giorni di dicembre, con il fascicolo  “Cinema e Covid” che affronta l’argomento da molteplici punti di vista: produttivo, economico, distributivo, creativo.

Intervengono grandi registi che nel corso del 2020 hanno, nonostante tutto, lavorato: creando storie legate all’emergenza sanitaria o portando a termine progetti già avviati.

Nel numero si possono leggere le riflessioni di Elisa Fuksas, Silvia Napolitano, Costanza Quatriglio, Michele Alhaique, Pupi Avati, Marco Bellocchio, Francesco Bruni, Walter Fasano, Fabrizio Gifuni, Mario Martone, Gianfranco Rosi, Gabriele Salvatores, Andrea Segre, Sydney Sibilia, Enrico Vanzina, Carlo Verdone, Daniele Vicari.

Vengono intervistati operatori del settore nei campi della produzione, della distribuzione, dell’esercizio.

Si affronta il tema ai più sconosciuto della gestione e manutenzione delle sale durante la forzata chiusura.

Si racconta anche cosa succede all’estero, dall’Europa agli Stati Uniti e alla Cina,  l’unico paese dove il cinema è rifiorito… 

Si analizzano alcuni casi esemplari: l’uscita di “Tenet” , che doveva salvare la stagione ma c’è riuscito solo in parte, la decisione della Disney di mandare “Mulan” direttamente in streaming, il successo “postumo” di un film come “Contagion” di Soderbergh, uscito nel 2011 ma rivelatosi incredibilmente profetico.

E si racconta, anche, cosa è successo al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, la più importante scuola di cinema d’Italia, una delle più antiche e prestigiose del mondo, che ha dovuto rivedere i propri programmi didattici alla luce dei protocolli di sicurezza.

Un numero davvero unico, che è stato al centro dell’evento svolto lunedì 30 novembre per una edizione speciale dei “Lunedì della Cineteca” alla Casa del Cinema di Roma dove sono intervenuti il presidente del CSC Felice Laudadio, il direttore della Casa del Cinema Giorgio Gosetti, il regista Francesco Bruni, la scrittrice e sceneggiatrice Silvia Napolitano, il critico Enrico Magrelli e il redattore capo della rivista Alberto Crespi.

 

Video by CSC | 1 Dicembre 2020 | Durata 64 minuti 

www

Author: Redazione

Share This Post On