Trainspotting

La storia di T è la storia di quattro ragazzi e una ragazza. Mark Renton, disoccupato come la maggior parte dei giovani scozzesi della sua generazione, ha trascinato nella confusione e nella dedizione ad ogni tipo di droga i suoi amici d’infanzia. Sick Boy, un appassionato di cinema e sciupafemmine, Begbie, un pericoloso outsider sempre alla ricerca della rissa, Tommy, un seguace del bodybuilding, e Alison, fidanzata di Sick Boy, che cerca di conciliare la sua dipendenza dalla droga con il suo ruolo di madre. Per ingannare la noia, i personaggi rubano, e si distruggono di eroina, tutti tranne Tommy, che vive un’altra forma di dipendenza.

«Perché abbiamo deciso di realizzare adesso questo spettacolo visto che il film di Danny Boyle è nella testa di tutti – sottolinea il regista Sandro Mabellini – e che recentemente è stato rinnovato con il sequel (T2)? Per mettere in scena persone che l’uomo medio non vuole vedere; perché i personaggi di questo romanzo ci costringono a farci domande sul funzionamento della nostra società. I personaggi di T passano il tempo fuggendo le loro responsabilità: non lavorano, ricevono sussidi di disoccupazione che spendono in droghe e alcool, perché la realtà della vita non li interessa. Al di là della questione della definizione di identità, onnipresente in scena, è la questione della dipendenza».

DAL 5 ALL’8 APRILE 2018
TRAINSPOTTING
di Irvine Welsh, versione Wajdi Mouawad
Traduzione Emanuele Aldrovandi
Regia Sandro Mabellini
Con Michele Di Giacomo, Riccardo Festa, Valentina Cardinali, Marco Bellocchio
Costumi Chiara Amaltea Ciarelli
BRANCACCINO
Via Mecenate 2
Orario: Dal giovedì al sabato ore 20:00 – Domenica ore 18:45
Biglietti: 14,00 €
Infoline: 06 80687231
E-mail: botteghino@teatrobrancaccio.it

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.