Ti amo da vivere

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Consiglio e la Giunta del Primo Municipio promuovono il progetto TI AMO DA VIVERE, una serie di incontri nelle scuole realizzati in collaborazione con le associazioni Be Free, Codice donna, Family Smile, Giovanna D’Arco Onlus, I Woman. 
«Siamo consapevoli del grande lavoro fatto negli ultimi anni sul versante legislativo, ma purtroppo sappiamo che non basta – ha sottolineato Sabrina Alfonsi, la presidente del Municipio Roma I Centro  – Noi vogliamo impegnarci in prima persona, perché la violenza contro le donne è la più diffusa violazione dei diritti della persona in tutto il mondo.Abbiamo scelto di parlare della violenza contro le donne insieme a ragazze e ragazzi, perché quello che succede tutti i giorni racconta che il lavoro più grande che resta da fare è quello culturale».


Ecco il calendario degli incontri con le scuole:


IPSSS Edmondo De Amicis: Mercoledì 22 Novembre
Liceo Scientifico Talete: Lunedì 27 Novembre
Liceo Cavour: Martedì 28 Novembre
I.P.S.E.O.A. Vincenzo Gioberti: Mercoledì 29 Novembre 

 

Altri eventi in programma:

 


LUNEDI 27 NOVEMBRE ORE 18:30
Centro Giovani del Primo Municipio
Via della Penitenza 35

Presentazione del libro “Cronaca di un delitto annunciato” alla presenza dell’autrice Adriana Pannitteri. In concomitanza sarà allestita l’opera “Assolutamente” dell’artista Alessio Ancillai

Che cosa spinge un uomo a prendere carta e penna e a scrivere decine di lettere a una sconosciuta ripercorrendo i tormenti e i vuoti della propria esistenza? Perché ha scelto proprio lei? E che cosa vuole ottenere? Antonio è un carabiniere di origini siciliane e pensa che la sua vita sia destinata a procedere lungo binari rassicuranti: un buon lavoro, una bella moglie e un figlio adorabile. Maria Grazia è una giornalista di una importante tv nazionale in bilico tra cinismo e ingenuità. Incontrerà una ‘santa’ che dispensa miracoli, un pedofilo camorrista, un serial killer che ha tenuto in scacco mezza Italia e uno stalker inquietante, personaggi a tratti grotteschi in un mondo che le sembra banalmente cattivo e senza speranza. Le lettere di Antonio la costringeranno, suo malgrado, a confrontarsi con l’epilogo tragico di una vicenda che mai avrebbe immaginato di dover raccontare. L’interrogativo che pian piano, inesorabile, si fa strada nelle giornate di Maria Grazia è che cosa accada davvero nella mente di una persona che arriva ad annullare tutto ciò in cui ha creduto trasformandosi in quello che comunemente viene definito un ‘mostro’. E ancora, basta il pentimento? Chi poteva fare qualcosa perché non lo ha fatto? Qual è il confine tra la cattiveria e la pazzia quando persino gli affetti più cari perdono di significato? Cronaca di un delitto annunciato si spinge fino all’abisso, nelle contraddizioni e nelle fragilità degli esseri umani, senza retorica e con il ritmo narrativo di un giallo.

MARTEDI 5 DICEMBRE ORE 17:00
Cinema Adriano – Piazza Cavour
Proiezione speciale alla presenza del regista Stefano Pistolini del docufilm dedicato a Sara Di Pietrantonio

Negli ultimi dieci anni in Italia sono state uccise 1.740 donne. Quasi 7 milioni di donne hanno subito qualche forma di abuso almeno una volta nella vita.  «In 25 anni di carriera non ho mai visto una cosa simile» affermava Luigi Silipo, Capo della Squadra Mobile di Roma, che commenta il brutale omicidio della ragazza di 22 anni strangolata e poi bruciata dall’ex-fidanzato il 29 maggio del 2016 a cui è dedicato il film presentato lo scorso 29 ottobre al Maxxi in occasione della Festa del Cinema di Roma.

Prodotto da darallouche film, questo docufilm realizzato da Stefano Pistolini e Massimo Salvucci, apre nuovi squarci di verità sulla vicenda di cronaca giudiziaria che ha portato alla condanna di primo grado all’ergastolo di Vincenzo Paduano. A ricostruire la vicenda oltre alla madre di Sara, Concetta Raccuia, una serie di interviste inedite alle amiche intime della vittima e al fidanzato, Alessandro Giorgi, ultimo ad aver visto la ragazza prima dell’incontro fatale col suo assassino.

 

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.