In ricordo di Vittorio Arrigoni

“Restiamo umani”

Serata in sostegno dell’infanzia in Palestina

Il 29 novembre l’ONU celebra la Giornata Mondiale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, in virtù del mandato conferito dall’Assemblea Generale con le risoluzioni 32/40 B del 2 dicembre 1977, 34/65 D del 12 dicembre 1979 e successive risoluzioni adottate dall’Assemblea delle Nazioni Unite sulla questione palestinese.

La data del 29 novembre fu scelta per il significato che essa ha per il popolo palestinese. Quel giorno, nel 1947, l’Assemblea Generale adottò la risoluzione 181 (II), che divenne nota come la Risoluzione sulla Partizione.

La risoluzione stabiliva la creazione in Palestina di uno “Stato ebraico” e uno “Stato arabo”, con Gerusalemme come corpus separatum sottoposta a un regime internazionale speciale. Dei due Stati previsti dalla risoluzione, solo uno, Israele, ha visto la luce. Il popolo palestinese, attualmente di otto milioni, vive principalmente nel territorio palestinese occupato da Israele dal 1967, compresa Gerusalemme est, oltre che in paesi arabi confinanti e in campi profughi nella regione.

Il dramma della questione israelo-palestinese si lega a doppio filo con una delle perdite più gravi della storia dell’Italia contemporanea: la morte di Vittorio Arrigoni, l’attivista rapito e assassinato a Gaza nell’aprile 2011. Con il suo motto “Restiamo umani” Arrigoni ha lottato fino all’ultimo per fissare lo sguardo dell’opinione pubblica sulle condizioni dei più deboli, degli innocenti che pagano con la vita le conseguenze di un conflitto decennale e senza esclusione di colpi.

Venerdì 1 dicembre Roma si raccoglie attorno alla comunità palestinese in un pomeriggio di teatro, letteratura per l’infanzia, musica e testimonianze. Lo scopo dell’evento sarà ricordare la figura di Arrigoni e raccogliere fondi per il finanziamento del Centro “Faris Odeh“, che si occupa del sostegno psicologico ai bambini del Campo Profughi di Jabalya nella Striscia di Gaza.

Durante il pomeriggio interverranno l’ambasciatrice palestinese in Italia Mai Alkaila, la Presidente degli Amici della Mezza Luna Rossa Palestinese Raffaella Violano, la madre di Vittorio Arrigoni Egidia Beretta e Patrizia Cecconi che presenterà il libro di Sabina AntonelliIl bambino che non voleva essere un lupo“, una fiaba ispirata alla figura dell’attivista italiano morto a Gaza. Chiuderà gli interventi Yousef Salman, delegato della Mezza Luna Rossa palestinese.

Gli interventi saranno intervallati da un reading tratto dal libro della Antonelli e dalla performance musicale del Coro dei Trinci diretto da Mario Berlinguer.

In chiusura sarà servito un aperitivo palestinese e si potrà sottoscrivere liberamente una donazione per il “Faris Odeh”.

VENERDì 1 DICEMBRE 2017
Serata in ricordo di Vittorio Arrigoni e di sostegno dell’infanzia in Palestina
Aula Magna dell’Ateneo Valdese – Via Pietro Cossa 40 – Piazza Cavour
Orario: Ore 17:30
Biglietto: 10,00 euro
infoline e prenotazioni: 347.9013013 o 348.9043615

Francesca Torre

Author: Francesca Torre

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.