Reaction Roma

Raccontare Roma, direttamente dal punto di vista di chi l’attraversa. Questo lo scopo di Reaction Roma, la videoinstallazione che si nutre delle esperienze del pubblico che, armato di smartphone, ha contribuito a realizzare la “fotografia in movimento” esposta fino al 26 dicembre negli spazi della Pelanda al Macro di Testaccio.

I video utilizzati per la performance sono stati caricati sulla piattaforma www.reactionroma.it ed è previsto un premio per il video più significativo: un viaggio per due in Spagna.

Inoltre, grazie al materiale video concesso dall’Archivio Luce, sarà realizzata, all’interno del percorso espositivo, una videoinstallazione su Roma negli ultimi 100 anni. Il progetto è stato realizzato dalla società di produzione di audiovisivi Humans Artis, succursale romana della spagnola Human´s Point.

Inizia la sua attività nel 2000 con un’intuizione: un progetto audiovisivo di creatività collettiva in grado di coinvolgere artisti, registi e produttori di tutto il mondo. Una produzione condivisa via web che ha portato ad un primo esperimento nel 2000, il documentario “Humans Y2K”e successivamente NEL 20014 al lungometraggio “MOVE! Where are you going? “, primo esempio cinematografico realizzato con modalità di produzione innovative.

Nel corso degli anni Human’s Point ha creato e consolidato una rete di collaboratori che le consente di differenziare il più possibile i suoi lavori. Fiction, video arte, progetti televisivi, documentari, video di comunicazione aziendale sono alcuni dei prodotti che rientrano nel suo repertorio, tutti creati con una forte attenzione alla qualità e secondo una visione non convenzionale, un punto di vista originale che ne caratterizza l’identità.

Il social movie. Questa nuova forma di cinema e video art crea uno scambio reale con il fruitore e lo invita a partecipare in prima persona alla produzione dell’opera d’arte. Così, da semplice destinatario del progetto, l'”uomo comune” diventa artefice e soggetto dell’opera d’arte. Uno degli esempi più riusciti di questa pratica in Italia lo abbiamo con “Italy in a Day” di Gabriele Salvatores presentato fuori concorso alla 71esima Mostra del Cinema di Venezia nel 2014. Basandosi su un’idea di Ridley Scott, Salvatores ha lanciato un appello a tutti gli italiani: riprendere (e inviargli) il video racconto della propria giornata (per tutti la stessa, il 26 ottobre 2013). Il risultato finale è il montaggio di 633 video, selezionati da un ventaglio di 44197 testimonianze che il regista ha raccolto in pochissimo tempo.

FINO AL 31 GENNAIO 2018
REACTION ROMA
Macro – La Pelanda Testaccio
Piazza Orazio Giustiniani
ingresso gratuito
infoline: 3319704329
e-mail: info@reactionroma.it
sito: www.reactionroma.it

 

 

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.