L’ULTIMA SOGLIA
La mostra di Luigi Feliziani

Porte che persone innocenti hanno varcato per l’ultima volta

Il 2018 è un anno ricco di significato per la memoria della Shoah, si ricorda infatti anche la ricorrenza dell’ottantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi razziali, una delle pagine più vergognose della storia d’Italia.

Dopo aver patrocinato la nona edizione di “Memorie d’inciampo“, l’iniziativa curata da Adachiara Zevi con il sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, del Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in Ricordo della Shoah della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Roma, il Municipio Roma I Centro insieme al Centro di Cultura Ebraica della Comunità Ebraica di Roma e l’ANED (Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti) organizza la mostra “L’ultima soglia”, una occasione per riflettere sul periodo di persecuzione dei diritti dell’Italia fascista che travolse le vite scolastiche, lavorative e sociali di tutti gli ebrei romani e di tutta la Penisola.

Ospitata nel Municipio, nel Salone degli Uffici Demografici di Via Petroselli, la mostra sarà inaugurata giovedì 18 gennaio alle ore 15:00 e proporrà una serie di opere fotografiche di Luigi Feliziani che hanno per oggetto i portoni delle case da cui gli ebrei romani uscirono nel 1943 e che pochissimi di loro poterono varcare nuovamente.

All’alba di un Sabato nero per la storia della nostra città, quello del 16 ottobre 1943, furono rastrellate 1 259 persone, di cui 689 donne, 363 uomini e 207 tra bambini e bambine. Dopo il rilascio di un certo numero di componenti (ritenuti di famiglie di sangue misto o stranieri), 1 023 cittadini italiani appartenenti alla comunità ebraica romana furono deportati nel campo di concentramento di Auschwitz.  Soltanto 16 di loro, quindici uomini e una donna, sopravvissero allo sterminio e poterono rivedere il portone della loro casa.

La mostra, che si potrà visitare fino al 30 gennaio, rientra nelle iniziative per il “Giorno della Memoria”  la ricorrenza internazionale per commemorare le vittime dell’Olocausto, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2005, si svolge nella data del 27 gennaio per celebrare l’anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz che proprio in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono nella loro offensiva in direzione di Berlino.

Luigi Feliziani incontra la fotografia da studente, quando sceglie la camera oscura come luogo per esprimere la sua voglia di scoprire, documentare e trasformare la realtà tramite l’occhio meccanico. «Non è però la macchina fotografica in quanto tale a modificare le cose o l’aspetto delle cose – sottolinea Feliziani – è l’intenzione del fotografo che attrezzandosi a “guardare” con diversa attenzione il mondo, le persone e gli accadimenti, attribuisce loro un’importanza e una valenza diversa, o sono gli stessi accadimenti che invece spingono il fotografo a dedicargli la necessaria attenzione».

L’artista romano è interessato particolarmente a documentare “il mondo dell’uomo”, la sua immagine e le sue aspirazioni, i suoi sforzi, le sue passioni, la fatica e l’impegno e a volte la gioia nel suo lavoro.

«In questo la fotografia si adegua e aiuta la mia ricerca e la mia curiosità. E per questo la fotografia è diventata strumento e occasione di soddisfacimento di un interesse culturale e mi ha accompagnato, insieme alle persone che amo nel mio percorso. L’ho praticata e poi lasciata, poi riscoperta e negli ultimi anni approfondita, studiata e sperimentata cercando nuove frontiere da superare e interessi da saziare».

 

 

FINO AL 30 GENNAIO 2018
L’ULTIMA SOGLIA

inaugurazione 18 gennaio ore 15:00
SALONE UFFICI DEMOGRAFICI
Municipio Roma I Centro – via Petroselli 50
orari: lunedì – giovedì dalle 8:30 alle 17:00, venerdì ore 13:00
INGRESSO LIBERO

 

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.