Julio
Gonzalez

Le quattro dimensioni della cultura e il dinamismo confuciano

L’autore di “People side e Internazionalizzazione” spiega gli studi di Gert Hofstede che negli anni Settanta e Ottanta dello scorso secolo ha analizzato la cultura delle diverse aziende

Il risultato fu «l’identificazione di alcune dimensioni utili a spiegare le differenze culturali nazionali», utile nella valutazione di un progetto di internazionalizzazione d’impresa.

Di fronte ad opportunità di crescita in territori fuori confine, imprenditori e aziende attivano sforzi di ogni tipo per arrivare alla “Terra Promessa”: cercano agenti di commercio, formalizzano la creazione di uffici di rappresentanza e i più sicuri arrivano fino a comperare aziende o ad entrare in joint-venture con altri.

Per compiere tutte queste attività, normalmente ci si avvale della collaborazione di enti specializzati, i quali certamente forniscono input utili che facilitano la comprensione della situazione che si incontrerà nel Paese di arrivo. Frequentemente però, con il passare del tempo, le aspettative si rivelano sovradimensionate rispetto ai risultati effettivamente conseguiti.

Molti esperti ritengono che un alto numero di insuccessi nelle fusioni e acquisizioni è determinato dalla mancata comprensione e gestione degli aspetti legati alle persone, ovvero al People Side. I problemi sono molteplici: la mancanza di personale qualificato, i costi non sempre in linea con quanto preventivato, le differenze e gli shock culturali.

Con il suo libro Julio Gonzalez ci propone una chiave di lettura operativa degli aspetti gestionali delle risorse umane nelle operazioni internazionali. Il tema viene affrontato attraverso un itinerario logico delle attività: scelta della location, due diligence, take over, primi cento giorni, ricerca di personale, necessità di assicurare una retention.

Il volume evidenzia anche come la personale preparazione a gestire le attività internazionali dovrà andare aldilà della “consapevolezza” delle differenze culturali, per lavorare anche sui pregiudizi inconsapevoli (unconscious bias) che in maniera quasi sistematica condizionano ogni nostra decisione.

Insieme a riflessioni di metodo per gestire ogni fase di un investimento all’estero, il libro offre aneddoti ed episodi vissuti e raccontati dall’autore, dell’esperto in gestione delle risorse umane e sviluppo organizzativo, che ha ricoperto diverse posizioni nell’ambito delle Direzioni del Personale di aziende multinazionali quali Autogrill, Pirelli, Kraft, Tenaris.

 

Diversità & Inclusione

CULTUR+ propone in versione integrale l’intervento di Julio Gonzalez in occasione del 46° Congresso dell’AIDP, l’Associazione Italiana per la Direzione del Personale

Referente per le relazioni umane nei processi di fusioni, acquisizioni e start-up di in Italia, Europa, nelle Americhe, in Asia e Oceania dove ha gestito direttamente operazioni e progetti d’integrazione di aziende e culture diverse, con la sua notevole esperienza Gonzalez è in grado di testimoniare il grande rilievo e la fondamentale importanza dell’approccio interculturale anche nel mondo dell’impresa e degli affari.

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.