Cinema Trevi

A pochi passi dalla Fontana di Trevi, si trova la base operativa della Cineteca Nazionale, un luogo dove il cinema è raccontato, insegnato e sviscerato in ogni suo aspetto e punto di vista. Punto di riferimento per cineasti e cinefili, il Cinema Trevi ospita dal 2003 proiezioni speciali, rassegne e lezioni offrendo al pubblico retrospettive, omaggi e le novità più interessanti del panorama internazionale.

Il programma di dicembre:

30 novembre-3 dicembre
Festival delle Terre 2017 – Premio Internazionale Audiovisivo della Biodiversità XIV edizione
Il Festival delle Terre, organizzato dal Centro Internazionale Crocevia, giunge quest’anno alla sua quattordicesima edizione, rinnovando il consueto appuntamento con una ricca quattro giorni di proiezioni e dibattiti. Anche quest’anno il festival proporrà al pubblico un’ampia selezione di documentari, film d’inchiesta e animazioni per testimoniare l’universo dei diritti legati alla terra attraverso gli occhi e le parole di chi ne è protagonista: piccoli produttori, comunità locali, popoli indigeni e tutti coloro che si battono in difesa della terra e del territorio. “Osare, inventare l’avvenire” il tema di quest’anno, apertamente ispirato a Thomas Sankara e alla sua preziosa eredità culturale.

5, 12, 19 dicembre
Lezioni di cinema italiano
Da quest’anno, in via sperimentale, il cinema Trevi è partner delle attività didattiche dell’Università “La Sapienza”, ospitando una serie di proiezioni che sono parte integrante del corso di Storia del cinema (corso di laurea in Letteratura, Musica e Spettacolo), dedicato al cinema italiano dal dopoguerra agli anni Ottanta. Le proiezioni saranno introdotte da una lezione del docente titolare del corso, Emiliano Morreale, aperte agli studenti e al pubblico, con un dibattito dopo la visione del primo film.
Rassegna a cura della Cineteca Nazionale in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza”.

  • martedì 5 dicembre ore 17.00 Accattone di Pier Paolo Pasolini (1961, 117’)
  • martedì 5 dicembre ore 20.00 Prima della rivoluzione di Bernardo Bertolucci (1964, 111’)
  • martedì 12 dicembre ore 16.00 I fidanzati di Ermanno Olmi (1963, 77’)
  • martedì 19 dicembre ore 17.00 Io la conoscevo bene di Antonio Pietrangeli (1965, 125’)
  • martedì 19 dicembre ore 20.00 I pugni in tasca di Marco Bellocchio (1965, 109’)

mercoledì 6
Dalla Svizzera: Fulvio Bernasconi
Un incontro approfondito con il regista svizzero di origini ticinesi, impegnato tra documentario e fiction. Bernasconi, su invito dell’Istituto svizzero, presenterà nel corso della serata i suoi film e inviterà il pubblico a un dibattito. Fulvio Bernasconi è nato a Lugano nel 1969. Si trasferisce a Ginevra e si laurea in Scienze Politiche all’Università di Ginevra. Si laurea in cinema a Losanna nel 1996. Dal 1997 lavora come regista per cinema e televisione. Nel 2004 ha frequentato Ekran, un programma internazionale della Andrzej Wajda Master School of Film Directing. Insegna regia cinematografica in Svizzera e in Italia. Alle ore 17.00 sarà proiettato in versione originale sottotitolata in italiano Fuori dalle Corde (2007, 85’), alle ore 18.40 Operazione Lombardia (2014, 52’) e alle ore 20.00 Miséricorde (2016, 90’). Alle ore 21.30 il Cinema Trevi ospiterà l’incontro moderato da Joëlle Comé con Fulvio Bernasconi, durante il quale sarà proiettato il trailer della nuova serie TV andata in onda da poco in Svizzera, Quartier des banques, sul mondo del private banking a Ginevra.
Rassegna a cura dell’Istituto Svizzero

giovedì 7
Presentazione del volume “Renzo Montagnani
“Venti anni fa se ne andava in punta di piedi Renzo Montagnani, la cui carriera ha ricoperto tutti gli spazi che il mondo dello spettacolo possa offrire ad un artista: radio, teatro, cinema, televisione e musica. Ma siamo sicuri di conoscere davvero questo eclettico personaggio?” (dalla quarta di copertina del libro di Damiano Colantonio Renzo Montagnani, Edizioni Sabinae, 2017). In omaggio all’attore sarà proiettato, alle ore 17.00, Il volpone di Maurizio Ponzi (1987, 113’), alle ore 19.00 Amici miei – Atto II di Mario Monicelli (1982, 122’), a seguire La giacca verde di Franco Giraldi (1980, 104’). Alle ore 21.10 si terrà l’incontro moderato da Andrea Schiavi con Lando Buzzanca, Damiano Colantonio, Ennio Coltorti. Nel corso dell’incontro verrà presentato il libro di Colantonio.

8-9 dicembre
T.H.E.R. Rassegna tematica multidisciplinare sui diritti umani (prima edizione)
T.E.H.R. (Thematic Exibition on Human Rights), in collaborazione con Amnesty International Italia, vuole parlare di diritti umani, per tener sempre viva l’attenzione su ciò che all’uomo deve essere più caro: il rispetto dei propri diritti. Lo fa con una serie di appuntamenti tematici, concentrati in 10 giorni (30 novembre-10 dicembre), attraverso il teatro, il cinema, la musica e l’università, coinvolgendo artisti, operatori culturali, docenti, studenti, e stimolando il pubblico alla conoscenza e all’approfondimento delle tante realtà, spesso sconosciute, sulle quali bisogna intervenire per la difesa dei diritti umani“. (Isabel Russinova, direttrice artistica).

domenica 10
Masters of Horror: John Carpenter
Prosegue l’omaggio, all’interno dell’appuntamento di Masters of Horror, dedicato a John Carpenter.

  • ore 17.00 Christine la macchina infernale di John Carpenter (1983, 110’)
  • ore 19.00 Il seme della follia di John Carpenter (1995, 96’)
  • ore 21.00 Grosso guaio a Chinatown di John Carpenter (1986, 100’)

12-16 dicembre
Festival Tertio Millennio
Per il programma si rinvia al sito www.cinematografo.it
Venerdì 15 dicembre, alle ore 18, verrà assegnato il Premio intitolato all’attore Toni Bertorelli, scomparso a maggio.

16-17 dicembre
Passeggiate fotografiche romane
La Cineteca Nazionale aderisce alle Passeggiate fotografiche romane, cinque percorsi reali o metaforici per scoprire, insieme a personalità di eccezione, luoghi e personaggi della fotografia attraverso mostre, incontri, visite guidate, archivi aperti, laboratori, performance, proiezioni e progetti inediti. Per l’occasione il Cinema Trevi rimarrà eccezionalmente aperto la notte del 16 dicembre fino alle 3, per intraprendere un viaggio nella Roma cinematografica, in uno degli scenari più suggestivi del cinema italiano. Viene proposto, in questa breve rassegna, un film per decennio, dal dopoguerra agli anni Ottanta, particolarmente significativo non solo dal punto di vista artistico, ma anche paesaggistico.

  • sabato 16 ore 23.00 In vespa di Nanni Moretti (ep. di Caro diario, 1993, 30’)
  • a seguire La dolce vita di Federico Fellini (1960, 175’)
  • domenica 17 ore 16.00 Un americano in vacanza di Luigi Zampa (1946, 98’),
  • ore 18.00 Racconti romani di Gianni Franciolini (1955, 98’)
  • ore 20.00 Il giorno dell’Assunta di Nino Russo (1977, 102’)
  • ore 22.00 L’imperatore di Roma di Nico D’Alessandria (1988, 89’)

mercoledì 20 – sabato 23 
In ricordo di Umberto Lenzi
È morto il 19 ottobre Umberto Lenzi, maestro del cinema d’azione, memoria storica di una stagione fervida del Centro Sperimentale di Cinematografia, nelle cui aule si ritrovarono, negli anni Cinquanta, futuri protagonisti del cinema di genere: Tonino Valerii, Giuliano Carnimeo, l’amico Franco Rossetti. Tutti coltissimi e cultori di un cinema alto, come testimoniano i rispettivi saggi di diploma (viene in questa occasione presentato Ragazzi di Trastevere, per il quale Lenzi, colpito da Ragazzi di vita, sottopose la sceneggiatura a un giovane Pasolini, ancora lontano dal cinema). Il destino volse a ognuno di loro la via del cinema d’autore, ma Lenzi si saprà imporre egualmente, rivelandosi anche un abilissimo scrittore di romanzi gialli, oltre che uno straordinario dispensatore di ricordi e aneddoti.
Con l’occasione si rende omaggio anche a Ray Lovelock, scomparso un mese dopo Lenzi.

  • mercoledì 20 ore 17.00 Ragazzi di Trastevere di Umberto Lenzi (1956, 19’)
  • a seguire Il grande attacco di Umberto Lenzi (1978, 108’)
  • ore 19.15 Incontro moderato da Alfredo Baldi con Orio Caldiron, Franco Grattarola
  • ore 20.00 Il coltello di ghiaccio di Umberto Lenzi (1972, 92’)
  • ore 21.45 Milano odia: la polizia non può sparare di Umberto Lenzi (1974, 97’)
  • sabato 23 ore 17.00 Plagio di Sergio Capogna (1968, 88’)
  • ore 21.00 Macchie solari di Armando Crispino (1975, 104’)

giovedì 21
Ettore Scola e la commedia degli italiani
Un omaggio a Ettore Scola, prendendo spunto dal libro di Italo Moscati, che coglie la totale identificazione tra il cinema italiano, nei suoi anni d’oro, e il popolo, visto come il vero protagonista, ispiratore di una genìa di sceneggiatori sintonizzati sulla realtà, ma sempre pronti a deformarla con le armi della comicità e del grottesco. A completare il programma il viaggio di Moscati sulle tracce della bellezza, forse perduta, del nostro Paese: 1.200 km, da nord a sud, ripercorsi dall’autore scavando negli archivi dell’Istituto Luce. Un viaggio dove tutto si lega, con il sapore (e la grana) delle vecchie pellicole, così familiare al Cinema Trevi.

  • ore 19.00 1200 km di Italo Moscati (2016, 75’)
  • ore 20.30 Incontro con Gianni Amelio, Achille Bonito Oliva, Emilia Costantini, Fulvia Caprara, Ugo Gregoretti, Italo Moscati
    Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro di Italo Moscati Ettore Scola e la commedia degli italiani. C’eravamo tanto amati? (Ediesse, 2017)
  • a seguire Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola (2013, 93’)

venerdì 22
Ricordando Luciano Martino
Luciano Martino, con la sua Dania Film e la consorella Devon Cinematografica, è stato il produttore dell’ultimo cinema italiano veramente popolare, nelle sue molteplici varianti. Ma Luciano Martino è stato anche un prolifico sceneggiatore dal 1955 al 1965 e, sporadicamente, regista, tra film di genere e incursioni autoriali.
La Cineteca Nazionale è lieta di ricordare Luciano Martino, a quattro anni dalla scomparsa.

  • ore 16.30 Tempo di uccidere di Giuliano Montaldo (1989, 112’)
  • ore 18.30 Il mercante di Venezia di Michael Radford (2004, 131’)
  • ore 21.00 Incontro moderato da Steve Della Casa con Olga Bisera, Martine Brochard, Barbara Bouchet, Pippo Franco, George Hilton, Vassilli Karis, Dagmar Lassander, Malina Longo, Maurizio Mattioli, Isabel Russinova, Adriano Russo, Antonella Salvucci, Saverio Vallone
  • a seguire Gorbaciof di Stefano Incerti (2010, 85’)

CINEMA TREVI
Vicolo del Puttarello, 25 – Roma
infoline: 06 678 1206
sito: www.fondazionecsc.it

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.