Bike

Parte il bike sharing a flusso libero nel I Municipio

«Roma apre alla sperimentazione del bike sharing a flusso libero. Vogliamo consentire agli operatori interessati di investire nella nostra città, nel frattempo come Amministrazione stiamo predisponendo tutti gli atti necessari a tutela del servizio – ha dichiarato l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo. – A breve, infatti, sarà pubblicato il bando di gara per regolamentare il servizio e istituire criteri certi per le aziende: dai vincoli alla flotta dei mezzi, all’istituzione di aree riservate ai posteggi, in accordo con i Municipi».

Nel bike sharing a flusso libero le biciclette non necessitano di stazioni di deposito e possono essere utilizzate attraverso un’applicazione per smartphone, sia Android che iOS. Grazie al sistema a flusso libero (o free floating), i mezzi possono essere utilizzati in modo molto più flessibile attraverso un’intuitiva applicazione che sfrutta la tecnologia GPS per la geo-localizzazione.

Dotate di sensori e di un sistema di allarme integrato che permette all’operatore di rilevare eventuali usi impropri o l’abbandono in luoghi non adeguati, le bici verdi possono essere sbloccate e utilizzate solo dagli utenti registrati.

Benché sia dotata di circa 240 chilometri di piste ciclabili la nostra meravigliosa città è ancora ben lontana dal primeggiare nelle classifiche bike friendly internazionali, dove è l’Italia intera ad arrancare per la persistente abitudine a preferire l’automobile, un fattore culturale molto difficile da scalfire anche nei romani.

Molti pensano che l’uso della bicicletta in città come Amsterdam sia da sempre parte di quella cultura.
Niente di più ingannevole. La svolta in quella città avvenne infatti nel 1971 quando nei Paesi Bassi si registrarono 3.300 morti in incidenti stradali.

Tra le vittime ben 400 erano bambini: la stampa parlò di Kindermoord e fu proprio quella “Strage di bambini” la molla che spinse i cittadini a mobilitarsi in massa per chiedere alle autorità di intervenire per ridurre l’uso dell’auto in città.

Complice anche la crisi petrolifera del 1973 furono rapidamente adottate misure che misero fine allo strapotere delle auto nella vita urbana di Amsterdam e di molte altre città olandesi.

Scelte consapevoli che hanno ricadute positive sulla salute pubblica, sulla qualità dell’aria e sulla vivibilità urbana non sono più esclusiva di “piccole” città di Olanda, Svezia, Danimarca, Svizzera, ma fanno parte della storia recente di molte grandi metropoli europee come Parigi, Londra, Berlino, Barcellona.

In bici sulla Metro

Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bicicletta è gratuito, altrimenti anche per ogni bicicletta va acquistato un biglietto. Le biciclette pieghevoli possono viaggiare gratuitamente ogni giorno della settimana per tutta la durata del servizio.

I gruppi numerosi, con più di 5 biciclette, dovranno segnalare la propria presenza con un anticipo di almeno 24 ore telefondando al numero 06.4695.4037 (Pianificazione Rete, Servizi e Infomobilità di Atac SpA) o inviando una email all’indirizzo infomobilita@atac.roma.it, per ricevere la necessaria assistenza.

Metro A METRO A Metro B/B1 METRO B/B1

  • giorni feriali: da inizio servizio fino alle 7, dalle 10 alle 12 e dalle 20 a fine servizio;
  • sabato, giorni festivi e nel mese di agosto: per tutta la durata del servizio.

Passeggero e bicicletta sono ammessi solo sulla prima carrozza nella direzione di marcia del treno. I vagoni sono identificabili con il pittogramma di una bicicletta rossa su sfondo bianco.

Metro C METRO C

  • giorni feriali: da inizio servizio fino alle 7, dalle 10 alle 12 e dalle 20 a fine servizio;
  • sabato, giorni festivi e nel mese di agosto: per tutta la durata del servizio.

Passeggero e bicicletta sono ammessi sulle carrozze centrali del treno, identificabili da una vetrofania affissa sulle porte scorrevoli. Le biciclette devono accedere dai tornelli posti al centro dell’atrio e identificati dal pittogramma “bike friendly”, prestando particolare attenzione alla chiusura delle ante (per evitare intralci e chiusure accidentali). Per raggiungere le banchine devono essere utilizzati gli ascensori, ed è necessario che i possessori di biciclette si attengano alle eventuali ulteriori istruzioni impartite dal personale Atac, direttamente o a mezzo di diffusione sonora.

Roma Lido ROMA LIDO

  • giorni feriali:
    • in direzione Ostia da inizio servizio fino alle 12.30 e dalle 20 a fine servizio
    • in direzione Roma da inizio servizio fino alle 7, dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 a fine servizio
  • sabato, giorni festivi e ad agosto: i passeggeri potranno trasportare la bicicletta per l’intera durata del servizio in entrambi i sensi di marcia.

Passeggero e bicicletta sono ammessi solo sulla prima carrozza nella direzione di marcia del treno. I vagoni sono identificabili con il pittogramma di una bicicletta rossa su sfondo bianco.

In bici su bus e tram

Bike Friendly

Il servizio è accessibile sulle linee bus 83118412673715772791911 e le “festive” 120F e 180F :

  • nei feriali: da inizio servizio alle 7, dalle 10 alle 12 e dalle 20 a fine servizio;
  • nei giorni festivi e nel mese di agosto per l’intera durata del servizio.

le linee tram, esclusivamente su veicoli Jumbo Tram a pianale ribassato (modelli Roma1 e Roma2), in servizio sulle linee 238 e, quando presenti, sulle linee 514 e 19:

  • nei feriali: da inizio servizio alle 7, dalle 10 alle 12 e dalle 20 al termine del servizio;
  • nei giorni festivi e nel mese di agosto per l’intero orario di servizio.

Le linee di superficie “Bike friendly” sono riconoscibili dal pittogramma di una bicicletta rossa su sfondo bianco, presente sulla doga di fermata e sui Jumbo Tram, accessibili. Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bicicletta è gratuito, altrimenti anche per ogni bicicletta va acquistato un biglietto.

Le biciclette pieghevoli possono viaggiare gratuitamente ogni giorno della settimana per tutta la durata del servizio.

Le Regole

Le regole per il trasporto delle biciclette si trovano in dettaglio nelle “Condizioni Generali di Trasporto” (Titolo IV – Art. 21 bagagli – attrezzi sportivi e musicali) consultabili e scaricabili dal sito di Atac.
Per informazioni sul trasporto di bici nei treni regionali si può visitare la pagina dedicata di Trenitalia SpA.

La mappa delle piste ciclabili

In verde le piste ciclabili di Roma, clicca sul tracciato per maggiori informazioni

La Manutenzione delle piste ciclabili L’ Assessorato ai Lavori Pubblici ha attivato manutenzione.ciclabili@comune.roma.it: scrivendo a questa casella di posta elettronica i cittadini e gli operatori possono segnalare la necessità d’interventi.

 

 

Redazione

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.